Rane, rospi e tritoni sulle strade della Toscana: ecco come salvarli

Facebooktwitteryoutubeinstagram

anfibi_raccolta_raneRane, rospi e tritoni, dopo aver svernato al riparo sotto qualche pietra o nella lettiera dei boschi, iniziano le consuete migrazioni riproduttive che li porteranno nei pressi delle zone di ovodeposizione.
L’innalzamento di temperatura e le piogge di questi prossimi giorni hanno risvegliato gli anfibi.

In Toscana il WWF organizza da 24 anni interventi di salvataggio, molti si svolgono nel territorio di Firenze, Prato e Pistoia.
Questi piccoli animali, che costituiscono un importantissimo e insostituibile anello del nostro ecosistema, sono costretti ad attraversare una strada cercando di raggiungere una pozza.

Appuntamento Sabato 30 Gennaio, ore 10.30, Oasi Stagni di Focognano

Questi luoghi sono in genere costituiti da piccole raccolte d’acqua, pozze, piccoli laghetti e acquitrini. Tutto questo affascinante movimento naturale si svolgerebbe senza alcun problema, come è sempre stato per milioni di anni, se negli ultimi decenni l’uomo non avesse inventato le automobili e avesse riempito il territorio di strade e altre infrastrutture.
Il risultato è un’altissima mortalità di queste specie che vengono investite lungo le strade, senza essere riusciti nemmeno a vedere il luogo di riproduzione.

WWF mette in campo azioni di trasporto manuale, di predisposizione di barriere antiattraversamento lungo i tratti a rischio e, dove è possibile, della realizzazione di sottopassi e stagni alternativi.

Per coloro che vogliono saperne di più e pensano di poter dare, insieme a tante altre persone, il loro piccolo contributo per la conservazione di queste specie, viene organizzata la conferenza pubblica di cui sopra per la promozione delle operazioni di salvataggio con video-proiezione di immagini sugli interventi in atto.

Per informazioni: Comitato per le Oasi WWF dell’Area Fiorentina – Gruppo Conservazione Anfibi

Facebooktwitter