Il Wired Next Fest arriva a Firenze

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Wired Next Fest è il più grande festival italiano dedicato all’innovazione attraverso diversi linguaggi con la partecipazione di esperti di rilievo nazionale e internazionale.
Il tutto su registrazione, ma a ingresso gratuito.

Dal design alla cultura, dall’arte alla sostenibilità, la bellezza è il filo conduttore della due giorni, tra scienza, tecnologia, economia, politica, intrattenimento e cultura.
Dopo il successo delle scorse edizioni, il Wired Next Fest arriva a Firenze il 17 e 18 settembre sul tema della Bellezza, non solo estetica ma come valore ed elemento chiave del miglioramento.

Lo spazio web di Wired.it è diventato punto di approdo per numerosi internauti a caccia di nuove tecnologie, di geniali intuizioni applicate alla vita di tutti i giorni, senza dimenticare attualità, economia, lavoro e scienza, ma soprattutto risposte a numerose domande, le più curiose che possano passare per la testa di chi sia nato nella nuova generazione digitale o di chi, vecchio stampo, abbia desiderio di scoprire qualcosa di più sul mondo che lo circonda.

wired_fest_firenze
Firenze come simbolo di un Rinascimento digitale, da vivere attraverso i molteplici linguaggi del festival, dagli incontri con ospiti d’eccezione a workshop, momenti di festa e intrattenimento.
Protagonisti Palazzo Vecchio, con il salone dei Cinquecento e la Sala d’Arme, e Palagio di Parte Guelfa.

Sarà possibile partecipare gratuitamente a tutti gli eventi, dopo essersi registrati e portando con sé un documento d’identità.

Programma e Registrazioni: nextfest2016-firenze.wired.it

La quarta edizione milanese ha registrato oltre 128mila presenze, Wired porta adesso a Firenze oltre 100 speaker e una serata di musica.

Come ci si registra? Basta cliccare su un pulsante virtuale e lasciare nome, cognome e mail. A Palazzo Vecchio si potrà poi ritirare il badge presentando un documento di identità.
L’ingresso sarà sempre gratuito, fino a esaurimento posti. Ci si può registrare anche in loco, ma per evitare code è vivamente consigliata la registrazione.

Gli organizzatori spiegano che “Questo evento vuole essere un regalo a tutti i cittadini, un’occasione per confrontarsi con il futuro che ci attende e con il presente che (magari) non si conosce. Firenze diventerà una piazza reale sul digitale, un luogo d’incontro e confronto con diverse realtà italiane e straniere, che si alterneranno tra il palco del Salone dei Cinquecento e la Sala D’Arme di Palazzo Vecchio. Altra location protagonista dell’evento sarà il Palagio di Parte Guelfa, che diventerà il centro nevralgico di workshop e laboratori”.

Più di 100 gli speaker che interverranno provenienti da tutto il mondo, tra questi: il sindaco di Firenze Dario NardellaEvgenij Morozov – scrittore e teorico dei nuovi media; Scott Fahlman – informatico e creatore degli emoticon; Paolo Barberis – responsabile dell’ agenda digitale del Governo e consigliere per l’innovazione del Presidente del Consiglio; Luciano Floridi – filosofo dell’informazione, professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’Informazione dell’Università di Oxford, direttore di Ricerca dell’Oxford Internet Institute; il regista Luca GuadagninoAlice Rawsthorn – designer, scrittrice ed editorialista del New York Times; Zerocalcare – fumettista; Massimo Bottura – il migliore chef del mondo del 2016 secondo la classifica dei 50 Best Restaurant; Luca Parmitano – astronauta; Lorenzo Thione – il padre di Bing, il motore di ricerca di Microsoft, ‎co-founder&chief executive officer di The Social Edge; Torrick Ablack alias Toxic – uno dei mostri sacri del graffitismo che ha fatto vibrare la New York degli anni ’80; Marco Malvaldi – scrittore; Antonio Campo Dall’Orto – direttore generale Rai; Monica Cirinnà – senatrice italiana e prima firmataria del disegno di legge che riconosce anche in Italia le unioni civili tra persone dello stesso sesso e l’attore Pierfrancesco Favino.

Un grande concerto completerà il calendario del festival. La sera di sabato 17 settembre è infatti il turno della musica in piazza della Santissima Annunziata: l’evento è, come sempre, completamente gratuito e, dalle ore 20:00 porta sul palco cinque performer d’eccezione: Khompa, Joan Thiele,M+A, Playroom e un dj set di Jon Hopkins.

Hashtag ufficiale: #WNF16

La Pagina Facebook dell’Evento

Wired Next Fest è realizzato con il patrocinio del Comune di Firenze e in collaborazione con Audi.
Main Partner: BNL – gruppo BNP Paribas, Enel, Ferrovie dello Stato, Herno, Huawei, Lavazza, Lucky Red, Urban Up Unipol Projects Cities
Official Time Keeper: TAG Heuer
Beauty Partner: BioNike
Event Supporter: GroupM, Subito, WPP
Media Partner: Radio 105
Food Partner: Fashion Foodballer

Facebooktwitter