A Volterra torna la Festa di San Luca degli Alabastrai

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Tre giorni di festa per celebrare l’antica arte degli alabastri. Da venerdì 21 a domenica 23 ottobre a Volterra torna per la sesta edizione la  “Festa di San Luca degli Alabastrai”, kermesse di arte, musica, incontri, video, mostre, cibo, fotografia e teatro.

Nata da un’idea del gruppo creativo Collettivo Le Di-stillerie, l’iniziativa rientra nel Progetto Alabastrai che vede la collaborazione di alcune realtà volterrane e la partecipazione del Comune di Volterra come Assessorato alle attività produttive e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.

«Questa festa non è solo un evento, ma il tentativo, finora ben riuscito, di mantenere acceso lo spirito della tradizione alabastrina – dichiara il sindaco di Volterra Marco Buselli – , avvicinandolo ai giovani e cercando in essi nuovo slancio per darle forza e per riuscire a trasmettere l’orgoglio di essere alabastri».

«L’obiettivo e lo spirito della festa è quello di far conoscere un mestiere così antico che fa parte della nostra tradizione e ancora oggi ci rende famosi nel mondo – dichiara l’assessore all’artigianato e presidente del Comitato San Luca degli Alabastrai Gianni Baruffa – . Questi tre giorni saranno utili per avvicinare i giovani a quest’arte con l’augurio alcuni di loro possano in futuro intraprendere questa professione».

Il programma della festa – Si comincia venerdì  21 ottobre con il tradizionale “Pranzo degli alabastri” al Circolo Arci nei Borghi, offerto dal Comune di Volterra, e si prosegue con la merenda, aperta a tutti, sul prato di San Giusto in compagnia della band “Manolo Strimpelli Nait Orkestra”  tra musica tradizionale toscana e musica d’autore contaminata. Sabato e domenica la Festa si snoderà tra arte, musica e libri, con una piacevole sorpresa per gli amanti di Lucio Dalla: Antonio Bagnoli, nipote del poeta bolognese Roberto Roversi, terrà un reading musicale per presentare la canzone “La bambina (l’inverno è neve, l’estate è sole)” di Lucio Dalla e Roberto Roversi che parla proprio di Volterra (ore 16 – piazzetta dell’Ortino). Nell’occasione sarà anche inaugurata una scultura intitolata “la Bambina”, realizzata e donata alla città dallo scultore Alessandro Marzetti.

Domenica a partire dalle ore 11 è in programma la visita alla Bottega di Bomboniera, considerata una delle botteghe “storiche” più suggestive della città.

Facebooktwitter