Lezione di Social da Francesco Gabbani, il genio di Sanremo 2017

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La Toscana trionfa a Sanremo, una vittoria che porta il nome di Francesco Gabbani cantautore e polistrumentista di Carrara (MS) classe 1982 nel mondo della musica fin dall’infanzia dato che la sua famiglia gestisce l’unico negozio di strumenti musicali della città sul litorale tirrenico.
A 4 anni i primi colpi di batteria, a 9 studia i primi accordi sulla chitarra e poi l’adolescenza in un vortice emozionale che gli fa capire che esprimersi con la musica è la sua ragione di vita.

Tecnica e talento, non solo sul palco. Definito a Sanremo 2017 il “Genio” per la sensazionale performance che sbaraglia la concorrenza degli altri Big e soprattutto della vincitrice annunciata Fiorella Mannoia (seconda) Gabbani ha molto da insegnare anche fuori dal palcoscenico.

Francesco canta la crisi Social, ma è un maestro nell’usare le piattaforme. In un mondo governato dalla comunicazione multimediale, un evento come Sanremo è da anni oggetto di analisi e specchio della società e dell’attivismo sul web.
L’uso ragionato dei Social Network è oramai una componente essenziale del successo mediatico.
Per uso ragionato si intende una linea ‘editoriale’ pulita, coerente, garbata e stilisticamente impeccabile.

E’ vero Occidentali’s Karma mette in evidenza aspetti molto discussi nell’epoca dei Social Media, ma l’effetto finale è dirompente.
Prendere coscienza dei propri limiti, confrontarsi con la necessità di dover apparire a tutti costi, del dover sapere tutto ed argomentare su tutto, salvo poi lasciarsi alle spalle presto quanto è accaduto perché un nuovo post, un nuovo tweet, un nuovo selfie prendono il posto del momento già finito. L’invito è a ridimensionarsi nell’evoluzione umana? 

gabbani_sanremo
La lezione Social di Francesco Gabbani inizia dal Sito Ufficiale ben concepito e strutturato ha forse l’unica pecca di non aver seguito Sanremo in diretta, avendo relegato al portale un ruolo di archivio utile per una rassegna.
La sezione News non è stata aggiornata durante la kermesse.
Offre però tutti i riferimenti e risponde a tutte quelle domande che potrebbe rivolgere un fan di lungo corso come un nuovo arrivato che non sa niente del cantautore.
Molto interessante la presenza della newsletter.

Passando ai Social un punto di merito complessivo è da assegnare alla scelta di una immagine comune a tutti i Social, quella del Selfie che abbiamo usato come foto principale dell’articolo, declinata in tutte le dimensioni utili per ciascuna piattaforma.

Il Profilo Facebook è un concentrato di buone pratiche con post ben distribuiti durante l’arco della giornata. Questo accadeva anche prima della settimana di Sanremo e prima della proclamazione dei Big da parte del Direttore artistico Carlo Conti, vedere ad esempio immagini e backstage della presentazione di Poveri ma ricchi il film di Fausto Brizzi con Christian De Sica, Enrico Brignano, Lucia Ocone, Lodovica Comello, Anna Mazzamauro.. e musicato da Francesco.

Ogni post è stato corredato da una o più foto oppure video, non mancano mai gli hashtag essenziali (ad esempio #OccidentalisKarma #Sanremo2017 #GabbaSanremo #lascimmianudaballae non eccede mai nel taggare i protagonisti del post.

Nel post dedicato alla qualificazione in finale la Gif risulta accattivante ed il testo di facile comprensione

gabbani_lezioni_social
Ottima la scelta delle foto ad esempio durante le numerose ospitate nelle trasmissioni Radio. Dettaglio da non sottovalutare: è importante mettere in mostra microfoni e loghi affinché l’emittente stessa abbia il massimo riscontro dalla circolazione del post e possa persino pensare di investirci nella sponsorizzazione.

gabbani_radio_due radio_bruno_gabbani

 

 

 

Altro elemento vincente l’aver sfruttato i brevi video come questo Saluto dal Backstage perché i video pubblicati direttamente su Facebook funzionano molto meglio di quelli linkati da YouTube ed inoltre perché il video, una volta pubblicato, si presenta in alto a destra della Pagina Profilo come Anteprima.

Twitter. Qui la bravura inizia dalla scelta del nick @frankgabbani risultato di facile uso da parte degli utenti che molto spesso si trovano costretti a dover completare il nome affinché il sistema possa attribuirne automaticamente l’appartenenza.
Su Twitter Gabbani si è iscritto ad ottobre del 2011 e ad oggi segue circa 300 profili mentre con meno di 2000 tweet all’attivo ha oltre 20mila Follower.

Se su Facebook si cerca il “Mi piace” e la “Condivisione” che ripresenta il post sulla News Feed dei nostri amici (la Sezione Notizie è quella che vediamo più frequentemente) la caratteristica di Twitter è il Retweeted ed in questo Gabbani è stato magistrale ritwittando numerosi interventi da parte di fan entusiasti: dalle gif di spettatori che ballano sul divano alle foto scattate al televisore durante l’esibizione fino ai selfie nello studio di rielaborazione della coreografia made at home. Questo ha innescato sulla panoramica dei singoli profili di chi seguiva Gabbani una presenza continua e costante di @frankgabbani attraverso contenuti sempre diversi.

gabbani_radio_bruno_tweetGabbani ritwitta il tweet di Radio Bruno. Ricordate cosa dicevamo del microfono?

Altro tormentone del Sanremo 2017 l’effetto scatenato da Gabbani all’interno della sala stampa ben documentato da un giornalista che ha twittato il Video e che è stato prontamente ritwittato da @frankgabbani. E se anche i comunicatori hanno recepito il messaggio emotivo, il successo è assicurato.

Su Instagram la differenza sembrano averla fatta le foto scattate a Sanremo con i volti noti della musica e dello spettacolo.
Una operazione che merita una riflessione: essere un ‘ragazzo qualunque‘ paga. Ma paga perché mostra la spontaneità di chi è portatore sano di umiltà riconoscendo ad altri un ruolo di primo piano nel mondo artistico. Gabbani questo lo fa da tempo, indietro nel tempo troviamo scatti divertenti con Fiorello e Morgan ad esempio.
Ottima scelta editoriale, ma anche tanti complimenti umani.

gabbani_instagram_foto
Infine il Canale YouTube che raccoglie numerosi contenuti utili sia per i fan che per gli addetti ai lavori e sul quale non poteva mancare la ciliegina sull’ottima torta: il Video dei ringraziamenti del Day After.

Meno di 120 secondi di videomessaggio per ringraziare il pubblico del supporto e lanciare il primo dei numerosi appuntamenti che attendono il vincitore di Sanremo 2017. Strameritato.

“Buongiorno amici! Ecco il mio videomessaggio per ringraziarvi tutti del supporto e dei messaggi che mi avete inviato! A partire da mercoledì finalmente potrò incontravi di persona nei vari appuntamenti instore. Prima tappa: Mondadori Megastore – Via Marghera, Milano! Un grande abbraccio!”

Questo il testo:

Essere o dover essere. Il dubbio amletico
Contemporaneo come l’uomo del neolitico
Nella tua gabbia due per tre mettiti comodo
Intellettuali nei caffè. Internettologi
Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi
L’intelligenza è démodé
Risposte facili. Dilemmi inutili
AAA cercasi (cerca sì)
Storie dal gran finale
Sperasi (spera sì)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain
Lezioni di Nirvana. C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra. L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla. Occidentali’s Karma
Piovono gocce di Chanel
Su corpi asettici
Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili
Tutti tuttologi col web
Coca dei popoli. Oppio dei poveri
AAA cercasi (cerca sì)
Umanità virtuale
Sex appeal (sex appeal)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain
Lezioni di Nirvana. C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria
La folla grida un mantra. L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla. Occidentali’s Karma
Quando la vita si distrae cadono gli uomini.
Occidentali’s Karma
La scimmia si rialza
Namasté Alé
Lezioni di Nirvana. C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra. L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla. Occidentali’s Karma

 

Il Video Clip Ufficiale

Facebooktwitter