Vestire il paesaggio: a Pescia luoghi fondamentali per la filiera del verde

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Nel programma della manifestazione pistoiese “Vestire il paesaggio” inseriti appuntamenti a Villa Garzoni – Parco di Pinocchio, all’Istituto agrario Anzilotti e al Centro di ricerca per l’orto-florovivaismo.

“Molto importante la capacità di “vestire il paesaggio”, ma altrettanto importante è la volontà di“investire nel paesaggio”. Ed è proprio questa volontà uno degli elementi centrali delle nostre politiche per il territorio” ha detto il sindaco Oreste Giurlani commentando con soddisfazione la notizia circolata nei giorni scorsi che nel programma della kermesse “Vestire il paesaggio”, organizzata dalla Provincia di Pistoia in collaborazione con il Comune di Pistoia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, sono stati inseriti luoghi fondamentali della filiera florovivaistica e della progettazione verde del Comune di Pescia: Villa Garzoni con il suo giardino e il parco di Pinocchio a Collodi, l’Istituto tecnico agrario statale Dionisio Anzilotti e il Centro di ricerca per l’orto-florovivaismo (Crea-of), ex Cra-viv (Unità di ricerca per il vivaismo e il verde ambientale e ornamentale).

“Questa notizia – dice Giurlani – è l’occasione per ribadire l’importanza che la nostra amministrazione attribuisce al paesaggio. Pescia è dentro al paesaggio, Pescia vuole investire sempre di più nel paesaggio. Abbiamo scelto di non costruire capannoni industriali nell’ex area business park per lasciare terreni all’agricoltura e non intaccare il contesto paesaggistico della città. Con gli stessi intenti e attenzioni stiamo lavorando al piano operativo. E nella stessa delibera istitutiva del Pav, il tavolo tecnico “Pescia agricola e verde-floreale” ci sono richiami al paesaggio anche in chiave turistica”.

Il sindaco Giurlani conclude ricordando che, come previsto dalla nuova legge regionale di Governo del territorio, la Regione Toscana ha istituito a fine 2015 l’Osservatorio regionale del paesaggio, che è diventato operativo nel settembre 2016 con la nomina dei suoi membri. La delibera di istituzione dell’Osservatorio regionale assegna ad esso il compito di riconoscere una rete di selezionati osservatori locali del paesaggio. “Stiamo lavorando per la creazione a Collodi di uno degli osservatori locali del paesaggio previsti dalla Regione – afferma Giurlani -, a Pescia il ruolo del paesaggio deve essere una delle parole d’ordine della nostra attività amministrativa”.

Facebooktwitter