Ai confini della meraviglia, è la volta di ‘Toscana, Borghi da Amare’

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Ai confini della meraviglia è l’evento, promosso dal MiBACT insieme alle Regioni italiane, inaugurato il 6 maggio alle Terme di Diocleziano di Roma alla presenza del Ministro Dario Franceschini, e nato per celebrare l’Anno dei Borghi 2017. Alla cerimonia di apertura ha preso parte l’assessore Stefano Ciuoffo, accompagnato da una delegazione di borghi toscani.

Domani Toscana Day seguirà la delegazione toscana che sarà rappresentata, oltre che dai suoi splendidi borghi, anche dall’assessore regionale al Turismo, Stefano Ciuoffo, dal direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini e dal direttore di Fondazione Sistema Toscana Paolo Chiappini, che alle 12 terranno una conferenza stampa.

La Toscana è tra le 18 Regioni che partecipano all’iniziativa per valorizzare oltre 1.000 destinazioni che assurgono a simbolo dell’Italia più autentica.
Il Viaggio Italiano, che si basa sulla tecnica dell’anamorfosi, cioè un’illusione ottica che “forma ex novo” una mappa illustrata d’Italia, consente al visitatore di fare l’esperienza di un tour virtuale e interattivo che lo conduce ‘ai confini della meraviglia’ alla scoperta dei prodotti enogastronomici, delle tradizioni e della qualità della vita delle molteplici realtà dei borghi italiani.

Il ricco calendario di eventi che proseguono dal 6 maggio, terminerà il 9 giugno. All’interno del percorso tutte le Regioni, insieme alle associazioni e alle istituzioni locali che si adoperano per promuovere l’identità italiana, sono impegnate in un intenso calendario di esposizioni, spettacoli e animazioni.

Il 25 maggio è la volta della nostra regione. Una giornata intitolata ‘Toscana, Borghi da Amare’ che sarà rappresentata dai Comuni di Barberino Val d’Elsa, Casciana Terme Lari, Certaldo, Fosdinovo, Monteriggioni, Lucignano, Pescia, Radicofani e Forte dei Marmi. Spettacoli, dimostrazioni di lavorazioni artigiane ed esposizioni di prodotti tipici, animaeranno la saletta polifunzionale e la Piazza del Borgo. Spazio aperto dalle 10.30 alle 19.30.

Il viaggio nei borghi italiani non poteva prescindere dalla ricchezza e dall’unicità delle bellezze toscane, rappresentate in quest’occasione solo da alcune delle località peculiari della nostra regione.

Barberino Val d’Elsa è un luogo pieno di fascino. Siamo in provincia di Firenze, sulla strada che porta a Siena. Il borgo guarda la valle da cui prende il nome tra le antiche mura duecentesche che racchiudono il Palazzo Pretorio che conserva il frammento di un’Annunciazione di scuola giottesca; lo Spedale dei Pellegrini e il Municipio. La Cappella di San Michele Arcangelo costruita nel 1597 è una riproduzione in scala 1:8 della Cupola del Duomo di Firenze.

Casciana Terme Lari nasce dalla fusione, avvenuta nel 2014, tra i comuni di Casciana Terme e di Lari nella provincia di Pisa. Questo comune diffuso è un vero e proprio scrigno di borghi arroccati tra le colline pisane, come Casciana Alta, Ceppato, Cevoli, Collemontanino, Gello Mattaccino, Lavaiano, Parlascio, Perignano, San Martino in Colle, Sant’Ermo e Usigliano. Lari rappresentava in passato il punto nevralgico tra Pisa e Volterra e il suo castello medievale fu la sede del Vicariato fiorentino nel ‘400. Casciana Terme è una cittadina le cui acque termali erano note ai Romani e poi ai granduchi medicei prima e lorenesi poi.

Certaldo la cittadina in provincia di Firenze vede sorgere nella sua parte alta il borgo medievale di Giovanni Boccaccio. Nel 1400 fu il centro politico più importante della  Valle d’Elsa, della Val di Pesa e di parte del Valdarno. Nella casa di Giovanni Boccaccio sono conservate rare copie del Decamerone. Nella piazza di Certaldo Alto si affacciano la Chiesa, il Palazzo Pretorio e le Logge del Mercato. Il borgo storico  detto anche “Castello”, è racchiuso dalle mura da cui si aprono le antiche porte di accesso.

Forte dei Marmi è in provincia di Lucca. La cittadina vede al suo centro il Fortino e le Alpi Apuane d’intorno. Un borgo che affaccia sul mare e che affiancò il presidio pietrasantino sulla fascia costiera sotto il Granducato di Pietro Leopoldo.  I lavori per la costruzione del Fortino dello Scalo dei Marmi finirono nel 1788, nacque poi la piazza che ancora oggi lo abbraccia e via via sorsero le abitazioni destinate anche ai ‘bagnanti’.

Fosdinovo in terra della Lunigiana, nella provincia di Massa- Carrara,  è un luogo pieno di testimonianze storiche e archeologiche.
Poggia  su un colle, con il suo celebre Castello a dominare il borgo dove Dante Alighieri fu ospite della famiglia Malaspina.

Lucignano in provincia di Arezzo è un borgo murato abbarbicato su un colle fra Arezzo e Siena.
Singolare è la pianta ellittica con cui è costruito e le sue strade e viuzze che risalgono in cerchi concentrici dalle forme medievali.

Monteriggioni in provincia di Siena, è un borgo medievale suggestivo, già ricordato da Dante nel XXXI canto dell’Inferno, è racchiuso in una cerchia tonda di mura in un’opera fortificata che vide la luce nei primi anni del Duecento ma che fu ricostruita sessant’anni dopo quando fu distrutta dall’assalto di Firenze. La fortificazione è arricchita da ben quattordici torri ed è una delle meglio conservate della Toscana. Oggi fa da sfondo a molte produzioni cinematografiche anche internazionali.

Pescia è un borgo che sorge in provincia di Pistoia. Ha origini medievali ed è tagliata dal fiume che divide la città nel settore della Cattedrale e quello del Palazzo Comunale dove si trova l’ampia piazza. Le due anime del borgo si incontrano sul ‘Ponte del Duomo’ e rappresentano un luogo che racchiude una storia ricca di avvenimenti e che è stata la cittadina maggiore della Valle del Nievole. Testimonial di Pescia, e soprattutto della vicina Collodi è Pinocchio il burattino più amato, il libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia, l’opera immortale di Carlo Lorenzini.

Radicofani, in Val D’Orcia, è in provincia di Siena. Si trova sul percorso paesaggistico della Via Francigena e con la sua Fortezza, oggi adibita a Museo, è uno dei borghi più caratteristici delle colline senesi.

Ci aspetta una giornata ricca di eventi e Toscana Day sarà a Roma alle Terme di Diocleziano per raccontarla.

Facebooktwitter