Fare cinema camminando, Visioni in Movimento da Trieste ad Aquileia

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Il concorso Visioni in Movimento è promosso dalle associazioni Mattador di Trieste e Visionaria di Siena.
Torna dopo l’edizione toscana la Scuola di Cinema senza Sedie e la produzione di un film che racconti il cammino, questa volta, da Trieste ad Aquileia.

Il bando è aperto a giovani film-maker che avranno la possibilità di partecipare ad una residenza artistica e formativa durante la quale potranno produrre il proprio lavoro dedicato al tema del cammino ed al territorio che attraverseranno, a piedi, assieme ai tutor ed ai formatori di questa speciale esperienza.

“Abbiamo sempre sostenuto fin dall’inizio di questo progetto, che il modo migliore per raccontare un mondo sia quello di mostrarlo – spiegano gli organizzatori – il modo migliore per raccontarlo è farlo fare da chi non appartiene a quella cultura e ci entra in contatto per la prima volta. Saranno quindi dei giovani registi-camminatori che usando gli strumenti ed il linguaggio del cinema che meglio conoscono a rivelare il significato del cammino ed il territorio che attraverseranno. Un racconto di viaggio dunque su quel che vede attorno a sé e sul significato soggettivo e profondo del cammino, in uno scenario magnifico come il tratto da Trieste ad Aquileia che per la prima volta sarà unito in un itinerario da compiere esclusivamente a piedi”.

È lanciata la call a cui potranno rispondere giovani autori europei tra i 18 ed i 30 anni che hanno un’idea da sviluppare sul tema del cammino e degli itinerari europei. Uno degli obiettivi del progetto infatti è collegare la città di Trieste a quelli che sono i grandi itinerari che ogni anno vengono percorsi da centinaia di camminatori e pellegrini, come la via Romea che dal nord Europa, passando per Aquileia, raggiunge Roma. Durante il periodo di residenza saranno organizzati incontri, laboratori e lezioni per formare i due autori residenti (aperti comunque al pubblico) vincitori del bando su come si racconta un territorio e si produce un film “in cammino”. 

Mattador e Visionaria ospiteranno quindi due giovani autori in un periodo compreso tra marzo e aprile 2018 tra Trieste ed Aquileia, lungo questo tratto infatti gli organizzatori hanno individuato un tracciato da percorrere a piedi in quattro tappe, che partendo da Trieste toccherà il comune di Duino-Aurisina e quello di Monfalcone, l’isola della Cona sulle foci del fiume Isonzo, la città di Grado e quella di Aquileia per un totale di 70 km da percorrere in andata e ritorno.
L’organizzazione sarà aperta a collaborazioni con le istituzioni dei comuni attraversati per definire al meglio il passaggio e la permanenza dei partecipanti lungo il percorso.

I registi Matteo Oleotto e Alessandro Rossetto, i compositori Stefano Schiraldi e Simone Biasiol, lo scenografo Andrea Gregoretti, il location manager Gianluca Novel, saranno alcuni dei tutor per questa edizione, coordinata da Giulio Kirchmayr, responsabile del Progetto Corto86 di Mattador e Giuseppe Gori Savellini, direttore artistico di Visionaria Film Festival, e con la direzione di Matteo Oleotto.

La residenza continuerà, dopo un percorso in solitaria alla ricerca della forma narrativa più efficace, con la realizzazione delle opere degli autori premiati. La produzione, che si svolgerà sullo stesso percorso e sempre in cammino, sarà realizzata con l’ausilio di una troupe leggera e senza il supporto di veicoli di trasporto. Ad aprile saranno proiettati in anteprima i film realizzati ed al territorio giuliano e friulano resterà una nuova via così tracciata da valorizzare e promuovere ai futuri trekker e pellegrini che dall’est Europa vorranno raggiungere la parte sud occidentale e proseguire sulla via Romea.

“Il nostro progetto guarda poi al futuro – continuano Visionaria e Mattador – realizzeremo più edizioni di Visioni in Movimento su percorsi sempre diversi, in modo da poter unire territori lontani tra di loro ed itinerari già esistenti con altri che noi tracceremo per la prima volta. In ogni edizione selezioneremo due autori tramite una call pubblica ed i prescelti saranno ospitati nei territori che racconteremo, dove potranno elaborare il loro progetto e produrlo. Durante la loro permanenza sul territorio parteciperanno a laboratori, lezioni e incontri aperti anche alla cittadinanza, sempre in cammino, e dove potranno lavorare sul loro soggetto, confrontarsi con professionisti, con i loro personali tutor e con gli altri partecipanti, ma sarà sempre il territorio con le proprie caratteristiche a condizionare la loro narrazione ed i loro film”.

Per partecipare alla selezione basta avere l’età compresa tra i 18 ed i 30 anni ed essere cittadini europei. Sarà sufficiente inviare il proprio progetto alla mail pietro@premiomattador.it, il testo completo del bando è a disposizione di tutti gli interessati nei siti delle due associazioni www.premiomattador.it e www.visionaria.eu.


Visioni in Movimento

“Visioni in Movimento” è ideato e organizzato dalle associazioni Mattador e Visionaria assieme al Comune di San Gimignano e a Culture Attive, in collaborazione con Università degli Studi di Trieste, EUT Edizioni Università di Trieste, Friuli Venezia Giulia Film Commission, Pianeta Zero, Fantastificio Film Production. La realizzazione dell’iniziativa è sostenuta dal finanziamento della Regione Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale attività produttive, turismo e cooperazione. 

L’edizione da Trieste ad Aquileia è la seconda del progetto “Visioni in Movimento” dopo l’esperienza estiva lungo la via Francigena in Toscana da San Gimignano a Siena. La Summer School senza Sedie è iniziata il 4 agosto 2017 e si è protratta fino alla fase produttiva per una durata complessiva di 40 giorni. I film prodotti durante questa prima edizione sono stati scritti e diretti da due giovani autrici vincitrici della prima call: Lara Carpinelli di Pisa e Ludovica Mantovan di Venezia, che hanno potuto partecipare al progetto assieme a Matteo Oleotto, direttore della scuola, e a quattro tutor e formatori provenienti dal mondo del cinema e dei cammini. I film realizzati dalle due artiste sono stati proiettati in anteprima lo scorso 18 novembre nella serata finale del Visionaria International Film Festival. 

Visionaria e Mattador hanno già in cantiere una terza edizione, di nuovo lungo la via Francigena

Associazione Mattador – www.premiomattador.it 

Associazione Visionaria – www.visionaria.eu 

Facebooktwitter