Enogastronomia: tutti i piaceri della Biennale alla Fortezza da Basso

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La Biennale di Enogastronomia di Firenze è il punto di incontro per foodlovers, appassionati di vino e operatori del settore. Non una semplice mostra mercato, ma un evento pensato e mirato a creare un futuro consumatore più consapevole sia nel momento della scelta che dell’acquisto.
Ci sono importanti novità: dall’ingresso alla manifestazione gratuito e libero nei 4 giorni alle tante degustazioni di alto livello e ai laboratori dedicati alle eccellenze alimentari, prenotabili on line dal sito di Biennale Enogastronomica, a prezzi popolari.

“La Biennale enogastronomica è un appuntamento di grande significato, capace di raccontare l’autenticità fiorentina e toscana” ha detto il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, presentando una manifestazione che “esprime appieno l’originale profilo e l’identità del nostro territorio. Sono orgoglioso di essere al taglio del nastro il 16 novembre prossimo – ha continuato il presidente – i relatori che mi accompagnano ovvero il presidente della Camera di Commercio di Firenze, Leonardo Bassilichi, con Claudio Bianchi, presidente di Confesercenti metropolitana e con Leonardo Romanelli, direttore artistico della Biennale, dimostrano l’alto livello della rassegna, giunta alla sesta edizione con la voglia di guardare lontano”.

Come sottolineato anche da Bassilichi: “noi vogliamo organizzare pochi appuntamenti, ma quelli su cui scommettiamo intendiamo farli bene, come abbiamo fatto con questo, investendo sulla Fortezza per fare della Biennale un fenomeno ben strutturato e nazionale”. Sulla stessa lunghezza d’onda Bianchi: “vogliamo vincere la sfida e fare della Biennale un elemento importante non solo per la città, ma a livello nazionale, partendo dalle eccellenze del gusto”.

Quale la strada da percorrere? A svelarla il direttore artistico Romanelli: “il concetto di fondo è quello di educare divertendosi, partendo dalle degustazioni per apprezzare i sapori, ma anche per capire chi e cosa stanno dietro ai prodotti che si possono trovare sul mercato”.

Il padiglione Arsenale, con 150 espositori tra vino e prodotti alimentari, darà la possibilità di  entrare in contatto con produttori e realtà ancora sconosciute sul nostro territorio. In tema di allestimento fotografico, non dimentichiamo “La bistecca si mette in mostra”, accompagnato dal convegno/tavola rotonda “la bistecca può diventare patrimonio dell’umanità?”, con riferimento alla proposta del sindaco Dario Nardella di inserirla tra i beni patrimonio Unesco.

Tra le attività per chi entra in Fortezza, non dimentichiamo le realizzazioni in diretta di gusti speciali di gelato o la possibilità di pranzare o cenare in Piazza della Pizza, accompagnata magari da un’ottima birra e allietata da un aperitivo o un cocktail dopo cena, all’area mixology/bar di  Biennale, dove i migliori Barman di AIBES realizzeranno miscelati originali e esclusivi per il pubblico.

Per informazioni dettagliate sulla Biennale basta visitare il Portale Ufficiale della manifestazione dove sarà possibile acquistare i biglietti per i workshop e le degustazione tramite il portale Destination Florence partner ufficiale dell’evento e unico rivenditore della manifestazione.

Facebooktwitter