Artigianato e Aperitivo al Conventino: brindisi di auguri tra le mura

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Artigianato e Aperitivo in versione natalizia, per un viaggio dalle mura medievali all’arte contemporanea. In un anno, 8 percorsi alla scoperta delle botteghe storiche fiorentine e 200 partecipanti. Il presidente Lamioni: “Successo oltre le attese”.

 Tappa straordinaria per

 Artigianato e Aperitivo in versione natalizia.  Domani, venerdì 21 dicembre, l’iniziativa firmata Artex-Centro per l’Artigianato artistico e tradizionale della Toscana – in collaborazione con Officina Creativa e Comune di Firenze, Cna Firenze, Confartigianato Imprese Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e Andare a Zonzo – fa tappa al Conventino, la sede di Artex in via Giano della Bella 20,  che da luogo di meditazione religiosa  è rinato e si è trasformato nella “casa creativa” per artigiani e artisti. 

DIETROFRONT! e altre storie fantastiche… sarà un viaggio tra le mura medievali della città, accompagnati dalle guide esperte di Andare a Zonzo, che porterà fino al cuore pulsante dell’arte contemporanea fiorentina.

L’appuntamento è a Porta Romana alle 18. Son ancora disponibili pochi posti. Per iscriversi e partecipare seguire le istruzioni sul sito www.andareazonzo.com e www.toscana.artour.it.

Artigianato&Aperitivo chiude il 2018 con un bilancio più che positivo. 8 appuntamenti che hanno fatto registrare sempre il tutto esautiro per un totale di oltre 200 partecipanti. Grazie a questi percorsi di trekking urbano è stato possibile conoscere e apprezzare il lavoro di 8 botteghe artigiane in altrettante zone del centro storico della città. 

“Un successo che supera le attese – afferma Giovanni Lamioni, presidente di Artex – La risposta dei fiorentini è stata entusiasmante e  in molti hanno partecipato anche a più eventi.  Abbiamo costruito una formula vincente, un percorso urbano che attraversa Firenze con un’altra prospettiva, quella dell’artigianato artistico e delle botteghe storiche che danno carattere e personalità alla città. Ringrazio gli artigiani, le guide e i locali che ci hanno ospitato negli aperitivi finali per la grande disponibilità e competenza mostrata”

Facebooktwitter