TourismA, tra Archeologia e Storia: straordinario successo a Firenze

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La V edizione di TourismA, il Salone Internazionale dell’Archeologia e dei Beni Culturali organizzato da Archeologia Viva Giunti Editore si è chiusa con il saluto di Alberto Angela che ha raccontato la sua Cleopatra.

L’edizione 2019 di tourismA ha registrato adesioni record per una tre giorni entusiasmante con oltre 13.000 presenze.  Appassionati da ogni parte d’Italia hanno riempito il Palazzo dei Congressi di Firenze: incontri, personaggi, laboratori didattici e viaggi (virtuali) indietro nel tempo con tanti big presenti. Philippe Daverio, Vittorio Sgarbi, Carandini, Syusy Blady ed Alberto Angela.


Il noto divulgatore tv, partendo dalla sua ultima fatica letteraria, ha intrattenuto il pubblico per oltre un’ora ripercorrendo una delle cronache più avvincenti (e romantiche) dell’impero romano.  Protagonisti, la Regina d’Egitto Cleopatra e il prode condottiero romano Marco Antonio.
Una storia a suon di gossip, ha sottolineato Angela, con un’ipotesi un po’ diversa riguardo al suicidio della sovrana.


Non si uccise col veleno di una vipera ma con un cocktail di varie sostanze, infatti non fu rinvenuto alcun morso sulla pelle di Cleopatra. Si trattò invece quasi sicuramente di un cocktail micidiale”.
Scherzando poi col pubblico ha detto “dedico questo libro ai giovani perché anch’io sono giovane… stando a quello che direbbe il carbonio 14…”.

Facebooktwitter