La Cucina della Ragione con Giacomo Ferri

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Ha unito la passione per la cucina e per il buon cibo toscano all’amore per l’arte, è così che Giacomo Ferri ha dato vita a La Cucina della Ragione un format di ricette casalinghe che prende vita e gusto nell’intimità di un tipico focolare della campagna toscana.

Crostini, zuppe, risotti, arrosti prendono forma e sapore alla vecchia maniera della cucina di una volta, quando le ricette erano chiuse nella dispensa con il profumo buono delle cose fatte in casa.

Giacomo Ferri, classe 1978, è perito ed esperto di arte moderna e contemporanea, con la passione, da sempre, per la cucina e per il buon cibo. Da ragazzo ha frequentato il Centro Formazione Professionale del Comune di Firenze, dove si è specializzato come aiuto cuoco ed ha poi lavorato per alcuni anni ai fornelli prima di abbandonare la professione per dedicarsi ad altri progetti tra i quali l’arte.

Tra il 2011 ed il 2015 è stato titolare di un Bar a Firenze, esperienza che gli ha permesso di recuperare il rapporto con la cucina, fino a quel momento chiusa tra le mura domestiche e dedicata esclusivamente alla convivialità delle cene ad invito tra amici e parenti.

La quarantena per la pandemia ha però allontanato gli amici è così il buon cibo, privato della compagnia, ha fatto prevalere la voglia di condividere le ricette tramite video. Il 1° aprile 2020, un po’ per scherzo vista la data, ha deciso di aprire un canale YouTube per dare vita a La Cucina della Ragione ed in uno dei primi episodi è lo stesso Giacomo Ferri che spiega l’origine della rubrica che ancora una volta sposa il cibo e l’arte.

La Cucina della Ragione è su YouTube con tutti gli episodi

Giacomo Ferri ha collaborato con produttori del territorio toscano ed è un amante di molti prodotti tipici ad iniziare dal vino e l’olio senza tralasciare quegli alimenti meno conosciuti e che non richiamano alla mente l’idea di Toscana ma che in questa regione sono nati e sono stati recuperati fino a farli diventare ingredienti indispensabili e sopraffini, a partire da alcune varietà di legumi e funghi fino al tartufo, il re della tavola.

Facebooktwitter